l’Arturità – La Sdraio – La rottamazione dei simboli

l’Arturità – La Sdraio – La nostra linea: Restare Arturi
23 marzo 2017
l’Arturità | La Sdraio – Il suo nome è Utopia
8 aprile 2017

l’Arturità – La Sdraio – La rottamazione dei simboli

l’Arturità – La Sdraio 31 Marzo 2017.

Leggendo in questi giorni le improvvide dichiarazioni del giocatore di calcetto Giuliano Poletti mi è venuto in mente che questa classe politica di calcio a 5 una sola cosa ha efficacemente rottamato: simboli e metafore.

 

Probabilmente perché non sa usarli, e forse ne ha paura. Il calciatore Poletti, poi, non sa nemmeno cosa significhi la parola “metafora”, visto che l’ha utilizzata per scusarsi ottenendo solo di fare – come dire – un autogol a porta vuota.
Tutti prendevano in giro il povero Bersani per la sua vis zoometaforica – tacchini sul tetto, mucche nei corridoi, giaguari in lavanderia – ma avercene, oggi, di metaforizzatori e simbolisti. Invece no. E tutte quelle care cose che fanno palpitare gli Arturi – la bandiera rossa, il pugno alzato, la parola “compagno” – sono state dichiarate pressoché illegittime, passatiste, fuori moda e persino un tantino patetiche. Come tutto il corredo di simboli a cui il cuore degli Arturi, la loro zona erogena della politica, resta sensibilissimo.

 

Perché gli Arturi hanno questa cosa, di essere assieme nuovissimi ma antichi, nati oggi e ieri ma custodi di un’idea della sinistra appassionata che vuole davvero sventolare le bandiere e non visualizzare le slide. Una sinistra che non vuole più Palazzi ma più piazze, e cortili, e anche muretti su cui sedersi e parlare. A cui viene difficile emozionarsi per un trolley, ma che potrebbe piangere per un pugno alzato, per una canzone cantata tutti assieme, per un muro di mani pacifiche che brandiscono, per esempio, ulivi.
Eccolo, lì in Puglia, il simbolo che diventa reale (difficilissimo, ma succede): un ulivo da difendere, un ulivo che unisce, che è espressione concreta di una battaglia da fare assieme. E questa, caro giocatore Poletti, questa sì che è una metafora. Gol.

 

l’Arturità.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi